Scegliere la spiaggia ideale ad Ischia: il lato sud-ovest

Siete finalmente giunti ad Ischia, siete in albergo, indossate il costume e gli occhiali da sole, preparate il telo mare, la crema, il cappello, infilate il copricostume e ora non resta che scegliere dove andare a godersi questa fantastica giornata di sole.
Tra le meraviglie dell’isola d’Ischia ci sono le tantissime spiagge per tutti i gusti, sabbia doppia o sottile, ciottoli o scogli, libere o private, isolate o affollate, con o senza scogliera…insomma come fare a scegliere tra tutte queste possibilità?
Ecco alcuni consigli…
Le spiagge esposte meglio al sole sono, ovviamente, quelle del lato sud-ovest, quindi quelle dei comuni di Barano, Serrara Fontana e Forio.
Partendo da sud c’è la spiaggia dei Maronti, raggiungibile con autobus numero 5 dal porto d’Ischia, o facendo lo stesso percorso con auto o scooter, che potrete parcheggiare sulla strada negli appositi spazi o nei grandi parcheggi privati. Altro modo di raggiungere questa spiaggia è con i taxi di mare da Sant’Angelo, gozzetti che per pochi euro vi accompagneranno e, volendo, vi vengono a riprendere all’orario stabilito. Questa è la spiaggia più grande dell’isola, è molto bella e molto frequentata, la sabbia doppia e molto chiara riflette il sole ed è quindi un posto molto caldo e ottimo per la tintarella, ma non bisogna mai dimenticare crema solare, cappellino, occhiali e ciabattine di gomma. L’acqua diventa subito molto alta e spesso si agita, quindi se non sapete nuotare fate attenzione.
Proseguendo in senso orario il giro dell’isola ci sono appunto le spiagge di Sant’Angelo. Cavascura e le Fumarole si possono considerare un proseguimento dei Maronti, spiagge abbastanza isolate e tranquille sono l’ideale per chi voglia godersi la sua giornata di mare in tutta serenità. Se non volete prendere un taxi di mare allora per raggiungerle vi toccherà fare a piedi un bel tratto attraversando tutto il paesino arroccato sulla costa. Le Fumarole hanno la particolarità di avere la sabbia bollente, ottima per sauna all’aperto. Sulle piccolissime spiaggette del pontile del borghetto troverete dei lidi attrezzati molto bene e gestiti con grande professionalità e cortesia. Altre due o tre calette tra cui Cavagrado si offrono alla vostra scelta assieme ad accessi al mare dagli scogli, come le famose Parate: parete rocciosa che dalla Torre di Sant’Angelo scende a mare e che è accessibile ai bagnanti che preferiscono la serenità alla comodità.
La baia di Sorgeto alla quale si accede da Panza è uno stabilimento termale naturale, libero e a cielo aperto: a mare si trovano pozze d’acqua calda a diversa temperatura dove ci si può comodamente sdraiare e rilassare. Questa è una spiaggia rocciosa alla quale si accede scendendo 300 scalini dopo aver fatto un lungo percorso a piedi o con un mezzo privato, ma ancora più difficile da raggiungere è la Scannella, altra piccola baia rocciosa di una bellezza rara alla quale si accede attraverso una discesa privata che si trova nel promontorio del bosco di Panza, raggiungibile solo con auto o scooter, qui troverete una struttura privata ma c’è anche la possibilità di sistemarsi sugli scogli senza pagare nulla.
La baia di Citara apre la lunga serie di possibilità foriane. Una meravigliosa spiaggia abbracciata a sud dal promontorio di Punta Imperatore dove troneggia il faro di Forio. La sabbia è di media doppiezza, si spolvera via facilmente ma è buona anche per far giocare i più piccini. Si raggiunge facilmente con un autobus o con mezzi, a piedi ci vuole una mezz’oretta dal centro del paese. Tranquilla ma non troppo è l’ideale per famiglie e per chi vuole star sereno ma non isolarsi. Ci sono molti lidi e ristoranti romantici dove si mangia anche bene. Le Pietre Rosse, scogli piatti di colore rosso che sporgono dalla costa, separano Citara da Cava dell’Isola, alla quale si accede attraverso una lunga scalinata.Acqua cristallina più che altrove, sabbia di media doppiezza, alle spalle la costa alta che protegge da sguardi indiscreti e dal rumore delle auto, è la spiaggia dei giovani…isolani e non. Nella fascia più vicina alla discesa si incontrano famiglie con bambini, ma via via che ci si inoltra verso il lato più distante ci si trova immersi nella spiaggia più anarchica dell’isola: molti giocano a racchettoni, beach volley, frisbee o altro(c’è anche un campetto allestito dai fedelissimi di Cava in cui può giocare chiunque, basta far segnare il proprio nome e aspettare il turno), c’è chi suona strumenti o ascolta musica ad alto volume. In fondo alla spiaggia di solito si sistema chi vuole stare più tranquillo, chi vuole leggere o solo riposare serenamente. Insomma è la spiaggia della movida marina, se così si può dire, e mentre nei week end e ad agosto è praticamente impossibile trovare qualche centimetro quadrato per stendere un telo, la mattina o nei mesi primaverili e autunnali è il paradiso terrestre: solo poche persone, i gabbiani e il mare. Proseguendo sul lungomare foriano ci sono varie discese a mare dagli scogli e poi la spiaggia della Chiaia, la più facile e comoda da raggiungere. Oltre si trova la spiaggia di San Francesco, bellissima baia opposta a Punta Imperatore, che, abbracciata a Nord da Punta Caruso, chiude il litorale del comune a ovest dell’isola. Questa è una spiaggia non molto grande, ma dal paesaggio suggestivo e anche qui troverete ottimi e graziosi ristorantini.

Spread The Love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »