Anche questa volta siete finalmente giunti ad Ischia, siete in albergo, indossate il costume e gli occhiali da sole, preparate il telo mare, la crema, il cappello, infilate il copricostume e anche questa volta non vi resta che scegliere dove andare a godervi questa fantastica giornata di sole.
Abbiamo già parlato del lato sud-ovest dell’isola, indubbiamente il meglio esposto, ma anche il lato nord-est può regalare stupende giornate di mare.
Apre questo excursus la spiaggia di San Montano a Lacco Ameno, una bellissima baia che ospita anche il parco termale Negombo. È facilmente raggiungibile a piedi dal centro del paese, oppure con auto o scooter venendo dal lato di Forio. La sabbia è sottile e l’acqua bassa, cosa che la rende adatta a famiglie con bambini anche molto piccoli. Questa baia è abbracciata dalla vegetazione di Zaro e Montevico, due promontori che la isolano regalandole pace e una vista indimenticabile. In alta stagione è molto affollata, ma in bassa stagione è un luogo dove nutrire l’anima.
Il litorale che da Lacco Ameno giunge a Casamicciola offre una serie di piccole spiaggette immediatamente accessibili dalla strada principale, per questo comode ma non molto tranquille e sicuramente prive di privacy. Se non amate la sabbia, in estate vengono montate delle pedane sulle scogliere a ridosso della strada; date in concessione, sono comode e ben attrezzate e hanno scalette per scendere a mare. Proseguendo, su via Castiglione, si trova l’accesso alla spiaggia del Bagnitiello, si può scegliere lo stabilimento balneare o la scogliera. Al Bagnitiello come a Sorgeto si accede con un po’ di cammino in discesa che, quindi, prevede una risalita, motivo per cuinon lo raccomandiamo a chi ha problemi a camminare ma, come a Sorgeto, anche qui si trovano pozze di acqua calda a mare grazie alla natura vulcanica dell’isola.
La prima spiaggia del comune di Ischia è la Spiaggia degli Inglesi, non è molto grande e il sole va via presto, però vale la pena visitarla non solo perché è poco frequentata e quindi un’oasi di pace, ma anche perché per arrivarci bisogna attraversare il graziosissimo borghetto di Sant’Alessandro.
La costa del comune di Ischia è una lunga sfilata di lidi che sono facilmente accessibili ma non hanno una bellezza particolare, fino a che non si arriva alla Spiaggia dei Pescatori nel borghetto della Mandra a Ischia Ponte. Questa è una spiaggia adatta a famiglie con bambini perché facilmente raggiungibile ma regala un sapore mediterraneo antico e una strepitosa vista sul Castello Aragonese. Inoltre lungo la spiaggia ci sono molti ottimi ristoranti e pizzerie.
Se non volete rinunciare a fare un bagno e a prendere il sole, ma neppure a visitare Ischia Ponte con le sue chiese, le case antichissime, il porticciolo dei pescatori, i negozietti e il Museo del Mare,perché non fermarvi sugli scogli proprio sotto il Castello. L’acqua è sempre cristallina e, se vi piace lo snorkeling, troverete tantissime meraviglie marine ad aspettarvi, tra cui una prateria di posidonia solleticata da mille bollicine che escono dal sottosuolo.Da qui potrete vedere la spiaggia di Cartaromana e gli scogli di Sant’Anna, un posto da sogno sovrastatodalla Torre di Michelangelo e che affaccia sul Castello: non è comoda da raggiungere (bisogna fare via Nuova Cartaromana e poi un sentiero di circa 700 metri o accedere da discese private) ma ne vale veramente la pena per la straordinaria bellezza e suggestione storica del posto. Qui si trovano scogli neri di origine vulcanica e sotto i fondali di questo tratto di costa ci sono i resti dell’antica civiltà di Aenaria, tra cui i resti di una fonderia di piombo e stagno. Anche qui come a Sorgeto e a Bagnitielli ci sono fonti di acqua calda naturale a mare, è quindi possibile bagnarsi anche in inverno.
Ovviamente le meraviglie del mare di Ischia non finiscono qui, se avete la fortuna di possedere una barca o se decidete di fittarla, potrete accedere a molte piccole calette e baie raggiungibili solo via mare come la Spiaggetta delle Monache detta anche Varulo sotto monte Vico e la Spiaggia dell’Amore; alcune di queste ospitano dei ristoranti aperti esclusivamente d’estate, come la Baia di San Pancrazio.

Spread The Love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »